Consulenze hair

Hair

m

La consulenza nel nostro mondo consiste nell’Ascoltare, Capire e Guidare ogni cliente, creando un obiettivo condiviso e renderla bella fuori e serena dentro. Questo ci porta a creare una grande empatia con la cliente stessa e riuscire a capire esattamente ciò che desidera, fino ad accompagnarla nel risultato finale come un viaggio nel bellessere, facendole vivere un percorso che la guida a riscoprire la sua vera bellezza.

La parte più difficile di tutto ciò, nasce da un linguaggio diverso tra noi e la cliente. Questo negli anni ci ha portato ad allenare la comunicazione efficace (la base giusta di ogni rapporto) e capire esattamente la cliente, per poter mettere in atto tutte le capacità e competenze per soddisfarla, personalizzando ogni cliente in base al suo stile, rendendola unica e senza spersonalizzarla.

 

L’IMPORTANZA DELLA CONSULENZA NEL SALONE

  • Ti è mai capitato di andare in un Salone chiedere un lavoro e uscire con un’altra cosa?
  • Ti è mai capitato di andare in un salone e non essere CAPITA? bada bene non ho detto sentita!!!
  • Ti è capitato di non essere più capita dal tuo parrucchiere come prima?

Bastano queste tre domande per portarti a riflettere che qualcosa deve cambiare per ottenere risultati diversi.

 

“Nulla è più ingannevole di un fatto ovvio….
La tentazione di formulare ipotesi premature Sulla base di dati insufficienti È la rovina della nostra professione.”

(Arthur Conan Doyle)

 

L’IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE

Per comunicazione si intende il processo e le modalità di trasmissione di un’informazione da una persona a un’altra, attraverso lo scambio di un messaggio elaborato secondo le regole di un determinato codice. Quindi Non possiamo non comunicare, con noi stessi, con i collaboratori, con i clienti.

Molte persone parlano, ma non comunicano, attuano un monologo concentrandosi principalmente nel far valere le proprie ragioni, senza prendere in considerazione il punto di vista dell’interlocutore. Inoltre utilizzando un linguaggio tecnico ho criptico che allontana o rende difficoltosa la possibilità di creare una relazione o un dialogo. Alcune persone utilizzano un linguaggio dispersivo. Altre parlano poco e non si rendono conto chi tutto quello che non viene detto diventa libera interpretazione dell’interlocutore. Il nostro modo di comunicare, produce effetti su comportamento e sulla percezione degli altri. Può catturare l’interlocutore e persuaderlo a cambiare opinione e comportamento. La comunicazione corretta influenza l’interazione. La comunicazione è il mezzo con cui possiamo comprendere gli altri e fare in modo di essere compresi, una buona comunicazione necessità di grande capacità di ascolto, osservazione e apertura mentale. Una buona comunicazione si sviluppò attraverso la conoscenza delle dinamiche che la regolano. La sua applicazione è la conseguenza. Comunicare vuol dire: saper ascoltare e osservare- rispettare il punto di vista dell’altro capire che cosa vuole l’interlocutore- proporre le cose utilizzando il linguaggio dell’interlocutore capire che cosa sta accadendo mentre due persone stanno interagendo. Oggi non possiamo dire che la comunicazione si è evoluta, come si sono evolute le persone nel corso degli anni. Se analizziamo il potere delle parole ci rendiamo conto di alcune cose importanti.

Area clienti:
Non possiamo non comunicare. Se parliamo di Comunicazione tutto inizia da come comunichiamo all’esterno dal nostro centro per catturare l’attenzione la curiosità nel nostro cliente finale, questo lo facciamo attraverso I nostri lavori, le nostre parole che utilizziamo che porta alla cliente ad entrare dal nostro centro. Una fase fondamentale è il momento in cui entra in salone e l’accogliamo, dandogli il benvenuto, per poi passare a fare una consulenza personalizzata, bada bene, ho detto consulenza, non una semplice chiacchierata. Questo passaggio spesso viene tralasciato, o non gli viene data la giusta importanza. Nella fase della consulenza il punto esatto che ci consente di capire il cliente finale, il farla o non farla fa la differenza. Ancora delle volte in salone mi sento dire questo:

A ma non ho tempo di fare consulenza.

Le mie clienti vanno tutte di fretta.
Io conosco bene le mie clienti
So io cosa giusto per loro.

Ecc…..

Mi soffermo a rispondere già sulla queste affermazioni, andiamo per ordine: Non ho tempo di fare consulenza: significa dare per scontato, significa delle volte morire di piega, significa non prestare attenzione al cliente finale, e prima o poi siamo destinati a perdere clienti.

Le mie clienti vanno di fretta: qui accade una cosa molto spesso ricorrente nei centri, quando arrivano vanno di fretta, E appena finito il servizio interno del centro restano più di mezz’ora a parlare con amica che hanno incontrato. In questo modo che noi perdiamo clienti, non siamo noi a gestire il nostro lavoro ma bensì è la cliente che gestisce i nostri tempi che detta le sue regole nel nostro centro.

Io conosco bene le mie clienti: questa frase ci porta a non porre domande, a dare per scontato che le clienti meglio di noi non la conosce nessuno, poi capita in un momento dove la Maria per qualsiasi motivo si trova ad andare dall’altra parte, e li nell’altro centro/salone gli dedicano il tempo giusto per ascoltarla, capirla, e guidarla, (quindi prestargli le giuste attenzioni) e notiamo che Maria non ritorna più nel nostro centro, Questa una delle tante motivazioni che ci fa perdere clienti.

Io so cosa giusto per loro: questa molto più noto nei saloni di parrucchiere che nei centri estetici, dove la creatività e l’estro prevale su tutto. Questo ci porta, come dicevo in precedenza a fare dei lavori, essere an- che degli ottimi parrucchieri, ma non soddisfare in pieno le esigenze del cliente. Quindi anche in questo caso potremmo perdere clienti.

Fissa una consulenza personalizzata GRATIS da noi di Styling Inspiration prendendo appuntamento.

 

CHIAMA ORA.